Alessandro Ruoso. Seconda Tappa
gennaio 3, 2017
0 commenti
Condividi

Alessandro Ruoso. Seconda Tappa

3 gennaio
STAGE 2: RESISTENCIA – SAN MIGUEL DE TUCUMAN
275 km Prova Speciale – Totale 803 km

La Dakar entra nel vivo con una tappa molto lunga e insidiosa per il caldo torrido e la navigazione molto complessa. Alessandro Ruoso partiva 44° grazie all’ottima tappa di ieri e raggiungeva il CP1 in 36° posizione con 6 minuti di ritardo, quando il suo iritrack smetteva di funzionare. L’organizzazione decide, per motivi di sicurezza,  di fermarlo e di farlo ripartire dopo il passaggio dei Quad, cosa che ovviamente lo rallenterà per tutto il resto della gara. Questo stop peserà sul risultato finale di giornata circa 40 minuti. Su richiesta del team, la Giuria sta valutando l’effettivo ritardo imposto dai commissari per decurtarlo dal tempo totale di percorrenza. Attendiamo l’esito.

Alessandro Ruoso : Ieri ero sinceramente emozionato, mi sono reso conto della grandezza di questa gara quando ho raggiunto il “cancelletto di partenza”. Oggi le cose stavano andando per il verso giusto, nei primi 150 chilometri avevo delle ottime sensazioni, la confidenza con l’avantreno della moto migliora chilometro dopo chilometro avevo anche raggiunto e superato una decina di concorrenti quando Dopo il primo rifornimento sono stato fermato perché il mio iritrack non dava segnali. Sono rimasto fermo per circa 40 minuti in attesa che passassero tutti i quad, poi ovvio superarli è stato davvero molto difficile, la pista era stretta e la navigazione non era facile. Domani ce la metterò tutta per recuperare. 

Domani, con la 4° tappa San Miguel de Tucuman – San Salvador de Jujuy la carovana della Dakar inizierà a salire in quota fino a 4.000 mt sul livello del mare.

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *