Beta gamma enduro 2019
giugno 28, 2018
0 commenti
Condividi

Beta gamma enduro 2019

L’evoluzione Beta continua

Concretezza, facilità di guida, e completamento della gamma, questi i punti cardine della nuova MY 2019 di Beta. Una gamma che tendenzialmente non vuole stravolgere prodotti ormai già affermati ma li vuole consolidare

La vera novità è l’ingresso nella gamma 2T di una nuova cilindrata, non del tutto inedita nel panorama enduristico, la RR 200, motocicletta che si pone a cavallo fra la Corsaiola 125 nata da qualche mese, e la più dotata in termini di prestazioni 250 RR. La neonata RR 200 2T, date le dimensioni del motore ed il peso contenuti, eredita la ciclistica della 125. In particolare il telaio, in cromo molibdeno con struttura a doppia culla sdoppiata sopra la luce di scarico, è stato progettato per le piccole cubature rivedendone le quote principali e garantendo un ottimale posizionamento del motore. Il lavoro maggiore è stato fatto sul gruppo termico, e non solo sotto forma di aumento di cubatura e le sue peculiarità sono l’inserimento del miscelatore automatico, cosa molto gradita agli appassionati, e la scomparsa dell’avviamento a pedale, ad appannaggio del più semplice avviamento elettrico. Le impressioni che abbiamo avuto, in questa prima presa di contatto sono molto positive. La moto è molto facile da guidare, ed in linea di massima sembra di guidare la sorellina più piccola, la differenza sta nella coppia più corposa ai medi regimi, prerogativa che aiuta molto nelle condizioni più difficili. La facilità e la neutralità dei comportamenti generali, sono il vero must di questa “piccola” 200 infatti, grazie alle masse volaniche ridotte, la moto risulta agilissima e molto divertente. Se nella prima metà del range di potenza, il comportamento è molto simile alla 125, è quando si spalanca il gas che la moto cambia completamente i connotati tirando fuori un’aggressività e una corposità quasi inaspettata…

Il resto dell’articolo lo trovi in edicola – EnduroAction n°13
Tags beta

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *