COMPARATIVA | Honda CRF 450 2017 vs 2018
maggio 7, 2018
0 commenti
Condividi

COMPARATIVA | Honda CRF 450 2017 vs 2018

Built to win

Alla fine del 2016, Honda sforna la nuova CRF450 Rx, moto che ha rappresentato per il marchio alato il rilancio nel settore dell’enduro, anche se, non facendone torto, ha la diretta discendenza dalla versione Cross. A distanza di poco più di un anno ecco la nuova versione, che abbiamo non solo provato per voi ma anche comparato con la versione 2017 testata sul nostro numero 2

La CRF450RX Enduro 2018, grazie alla diretta esperienza maturata dal Team Ufficiale Honda RedMoto impegnato nel Mondiale Enduro, subisce rispetto alla versione 2017 una serie di modifiche che ne migliorano la guidabilità e soprattutto l’erogazione della potenza. Se da un lato motore e telaio rimangono inalterati, dall’altro tutta la parte inerente all’elettronica di gestione viene rivista in toto. Sulla CRF450RX Enduro 2018, la mappatura della centralina è impostata per fornire un’erogazione di coppia e potenza meno esplosiva rispetto alla versione 2017. Questo per agevolare la trazione nelle variabili condizioni delle gare di enduro e non solo. Con lo stesso “meccanismo” della precedente versione, parliamo ovvio del EMSB (Engine Mode Select Button) si sono studiate 3 nuove mappature. La mappa 1 hard è la più aggressiva e adatta nei tratti più veloci dove è richiesta grande reattività utilizzabile comunque nei più svariati percorsi; la mappa 2, soft, che offre una risposta più dolce per assecondare i passaggi sui fondi a scarsa aderenza; la mappa 3, supersoft, per attaccare con efficacia i tratti estremi. Queste nuove mappature, sono state utilizzate nel Mondiale Enduro, quindi sono caratterizzate da un ampio uso in campo agonistico. Non è finita qui. Le sospensioni sono state riviste completamente adottando molle più dure, per rendere la moto più sostenuta e una una taratura più confacente all’enduro. Scompare definitivamente l’avviamento a pedale e di serie vengono montate le ventole di raffreddamento, molto importanti nei tratti enduristici lenti. L’impianto di scarico, che acquisisce nuovi db killer pur mantenendo basso il tono di voce, espleti meglio il compito…

Il resto dell’articolo lo trovi in edicola con EnduroAction n°12

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *