DAKAR 2018:  Matthias Walkner suggella la 17° Vittoria di KTM mentre Carlos Sainz si impone nelle Auto.
gennaio 20, 2018
0 commenti
Condividi

DAKAR 2018: Matthias Walkner suggella la 17° Vittoria di KTM mentre Carlos Sainz si impone nelle Auto.

L’ultima tappa nel territorio di Cordoba non ha cambiato le gerarchie della classifica, i leader della generale: Carlos Sainz nelle auto, e Matthias Walkner nelle moto, sono i vincitori della 40° edizione della Dakar. Peugeot festeggia con la terza vittoria consecutiva, mentre KTM centra il 17° sigillo

La gara
Carlos Sainz su Peugeot ha vinto la Dakar auto 2018. Il 2 volte campione del mondo rally ha preceduto sul traguardo finale di Cordoba le Toyota del qatariota Nasser Al-Attiyah e del sudafricano Giniel de Villiers. El Matador festeggia così la seconda vittoria alla Dakar dopo il successo del 2010 . Nella tapa odierna, 120 km di pista veloce, lo spagnolo ha gestito il grande vantaggio che aveva in classifica e si è limitato ad arrivare al traguardo di Cordoba in 14esima posizione. Rispettivamente 2° e 3° della generale le Toyota di Nasser Al-Attiyah (+43m40s) e Giniel de Villiers (1h27m09s).

“Questa vittoria è speciale perché è stata l’edizione più dura da quando si corre in Sud America, più massacrante di quelle che ho corso in Africa. Ogni giorno abbiamo visto colpi di scena con ribaltamenti di classica. Sono contento, abbiamo gestito al meglio la gara. Mi sono meritato questo successo”, ha commentato Carlos Sainz.

All’arrivo a Cordoba sono arrivati infatti un totale di mezzi (85 moto, 32 quad, 49 macchine compreso 6 SxS ed 25 camion), vale a dire il 55% dei concorrenti che avevano preso il via il 6 gennaio a Lima hanno raggiunto il traguardo a Cordoba dopo 9.000 km e 14 tappe.

Imbattuta dal 2001, KTM festeggia il 17° successo con il 31enne Matthias Walkner alla sua prima vittoria. Nella tappa odierna si è limitato a gestire il vantaggio in classifica e ha chiuso all’ottavo posto, forte degli oltre 16 minuti di vantaggio che aveva in classifica sulla Honda di Benavides. La regolarità è stata la chiave del successo dell’austriaco che ha sempre guidato con un buon ritmo, ma senza esagerare. Ha così approfittato degli errori dei rivali, il vincitore 2017, Sam Sunderland si è ritirato quando era al comando della gara, stessa cosa è successo al francese della Yamaha Adrien van Beveren, leader fino alla tappa 10.

Nei camion Eduard Nikolaev centra il 3° successo. Seconda vittoria per il cileno Ignacio Casale nella categoria quad

Dichiarazioni del giorno
Carlos Sainz: “La chiave della vittoria: attaccare quando possibile, altrimenti gestire la gara ed evitare gli errori”.

Matthias Walkner: “Sono contentissimo. Mi sento fortunato. Non avevo il ritmo migliore, ma sono stato sempre costante., correndo con un 5% di margine per una pietra nascosta o un duna tagliata. E’ stata un’edizione tosta, una gara ad eliminazione”.

Gli Italiani
Jacopo Cerutti (Husqvarna) è il migliore degli italiani all’arrivo della 40° edizione della Dakar: 20° assoluto. “L’obiettivo era arrivare in fondo, sono contentissimo. É stata una Dakar durissima. Ho cercato di guidare con un buon passo, ma senza prendermi troppi rischi”, ha raccontato la promessa italiana. Missione compiuta anche per i piloti del Team Solaris, Maurizio Gerini (22°) e Fausto Vignola (52°), entrambi al debutto. Ha chiuso 31° Alessandro Ruoso che ha faticato a prendere confidenza con la nuova KTM e ha avuto diversi guai meccanici. 71° Livio Metelli, anche lui alle prese con diversi problemi alla moto.
Ottima prova per Camelia Liparoti nei SxS: 5° della generale al debutto nella categoria dopo tanti anni di quad. “Sono contentissima, questi mezzi sono davvero divertenti da guidare, li consiglio”.

Maria Guidotti

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *