DAKAR. Presentazione ufficiale in Argentina
dicembre 11, 2016
0 comments
Share

DAKAR. Presentazione ufficiale in Argentina

Issy les Moulineaux, 7 Dicembre 2016

Elementi chiave

· Il percorso della Dakar è stato presentato ieri alla stampa e ai concorrenti argentini in una conferenza organizzata a Buenos Aires che ospiterà l’arrivo del rally per la quinta volta.
· Con 55 concorrenti, l’Argentina diventa la terza nazione rappresentata nel rally con la possibilità di vincere nelle tre categorie.

L’Argentina è un paese che può vantare una lunga e consolidata tradizione con la Dakar. Nel 2017 il paese ospiterà infatti per la nona volta il rally. Tra le 12 province da attraversare, la corsa scoprirà il Chaco e i concorrenti sogneranno il tanto agognato traguardo a Buenos Aires.

Da quando la Dakar ha solcato l’Atlantico nel 2009, l’Argentina e la sua capitale Buenos Aires hanno sempre ospitato la corsa, diventando il simbolo di questa nuova dimensione del rally. Fatta eccezione della Francia e del Senegal, infatti, sono ben poche le nazioni che possono vantare il fatto di aver ospitato nove edizioni consecutive della Dakar. Concorrenti, media e fans hanno contribuito alla sua popolarità tanto che l’Argentina è oggi la terza nazione più rappresentata al bivacco con 55 concorrenti.

“Più di qualsiasi altra cosa, la Dakar in Argentina è un successo collettivo” enfatizza il Ministro del Turismo Gustavo Santos, “ed ognuno ha un ruolo in questo importante risultato”.

E se il paese resta un punto fisso nel percorso del rally, Marc Coma è riuscito a trovare nuove regioni da visitare. “Lasciato il Paraguay, entreremo nella provincia del Chaco, inedita per i concorrenti, ma evocativa per gli appassionati di motorsport”.

I concorrenti, presenti all’evento che si è svolto a Puerto Madero, hanno preso nota delle informazioni fornite dal 5 volte vincitore della Dakar. Tra loro il pilota di quad, Daniel Mazzucco che vanta ben 7 Dakar di cui 4 terminate: “Questa sarà la mia 8° partecipazione. Mi considero tra i veterani argentini, ma ho l’impressione che quest’anno sarà particolarmente difficile. L’altitudine e la lunghezza delle tappe ci metteranno alla prova”. Consapevole della sfida, Mazzucco e i suoi connazionali sanno che sarà un rally particolarmente duro e che il podio di arrivo, che per la prima volta sarà davanti all’ Argentina Auto Club il 14 gennaio , si dovrà conquistare chilometro dopo chilometro.

Maria Guidotti

Comments

No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write comment

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *