FIRST RIDE  |  KTM MY2018
luglio 10, 2017
0 comments
Share

FIRST RIDE | KTM MY2018

Un  balzo verso il futuro

Quando la necessità diventa virtù, questo è in sintesi il quadro dello sviluppo tecnico in corso. La necessità, viene dai nuovi regolamenti in materia di emissioni nocive, la virtù, dal fatto che KTM mette in campo tutte le energie, per rendere possibile il raggiungimento dell’euro 4 anche nei motori 2T

Per capire meglio il perché di questa importante evoluzione, dobbiamo per forza di cose fare un piccolo passo indietro. Le motorizzazioni 2T nascono fondamentalmente per semplificare la manutenibilità dei gruppi termici mantenendo un buon riscontro per quanto concerne le potenze massime. Questo motore riscosse un gran successo in campo motociclistico, con cilindrate di discreta cubatura anche con notevoli frazionamenti. Furono le normative sempre più severe a fermare lo sviluppo tecnico di questi propulsori. A parità di cilindrata e potenza il 2T inquina di più. Ma secondo me, non fu solo questa la causa del calo del numero di 2T in circolazione. In campo stradistico, infatti furono le case Giapponesi a decretarne la fine definitiva. A loro conveniva commercialmente il 4T, che permette di avere elevate potenze specifiche con relative ridotte cilindrate. Rimaneva il settore fuoristradistico a mantenere vivo l’interesse per questo propulsore con le classiche cilindrate 125, 250 e 300, che si aggiungevano alle piccole propedeutiche…

Comments

No Comments Yet! You can be first to comment this post!

Write comment

Your data will be safe! Your e-mail address will not be published. Also other data will not be shared with third person. Required fields marked as *