Honda RedMoto CRF 250R Enduro MY2018
settembre 5, 2017
0 commenti
Condividi

Honda RedMoto CRF 250R Enduro MY2018

Aggiornamenti modello: la Honda CRF250R Enduro monta un nuovo motore bialbero (DOHC) con ben il 9% di potenza massima in più su un arco di giri più ampio e con maggiore allungo. È inoltre dotata di avviamento elettrico di serie e dello stesso telaio con focus sulla centralizzazione delle masse della CRF450RX Enduro, compresa la forcella a steli rovesciati Showa da 49 mm con molle in acciaio.

La categoria EN2 rimane una delle più combattute a livello internazionale e la CRF 250R Enduro è una delle protagoniste ormai da oltre un decennio. Proprio in questa categoria la Honda CRF250R Enduro ha dimostrato tutta la sua competitività, evolvendosi anno dopo anno fino a diventare una delle moto più ambite anche dagli amatori.

Con il modello 2018 la CRF250R Enduro fa un passo avanti generazionale, un’evoluzione che diventa rivoluzione, perché migliora le performance sotto tutti i punti di vista.

Con il telaio in alluminio di settima generazione – lo stesso della sorella maggiore 450 – le nuove geometrie della ciclistica e le sospensioni Showa, la nuova CRF250R Enduro non teme rivali in qualsiasi prova speciale, su qualsiasi terreno, grazie anche al potentissimo nuovo motore bialbero.

Riprogettata totalmente per essere la più performante EN2 di sempre, la CRF 250R Enduro è la risposta per i piloti più esigenti che sono costantemente alla ricerca di maggiore potenza.

Allo stesso tempo, grazie alle mappature del motore modificabili e all’ergonomia incentrata sulle esigenze del pilota, resta comunque in grado di adattarsi perfettamente ai diversi livelli di abilità dei piloti amatoriali. Ma dal punto di vista della potenza e della maneggevolezza, le prestazioni della CRF250R Enduro 2018 sono state migliorate tenendo conto di un solo obiettivo: offrire una moto vincente ai piloti in grado di farlo.

 

A breve EnduroAction proporrà un test completo

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *