MOTOCAVALCATE | Enduro Mannaro
giugno 6, 2017
0 commenti
Condividi

MOTOCAVALCATE | Enduro Mannaro

Enduro Mannaro: HARD tra i lupi mannari

D’ora in poi la primavera sarà la stagione in cui tutti gli amanti dell’hard enduro dovranno mettere in calendario la cavalcata Enduro Mannaro a Castel del Piano (GR), perché l’omonimo Motoclub in questa edizione 2017 ha messo le cose in chiaro: qui si fa l’hard vero!

Nella cornice del Motoraduno delle Frittelle lungo tutto il weekend, con tanto di concerto dei Nomadi il sabato sera e programmi anche per moto stradali, il Motoclub Castel del Piano ha previsto una motocavalcata dal carattere forte, snodata sulle falde dello splendido ed isolato monte vulcanico a cavallo fra le province di Grosseto e Siena, con una sezione di urban enduro extreme (facoltativa). Il Monte Amiata, con i suoi 1738 m di elevazione è un ex vulcano abbastanza atipico, lontano dagli appennini e dal mare, costellato di meravigliosi borghi tutti costruiti con la tipica pietra lavica nera. Bella porosa, dal grip inusuale, fuoriuscita dalle antiche eruzioni ha preso strane forme, da meloni, a cocomeri, fino a macigni di vari metri, il tutto ben sparpagliato nei i boschi secolari. Una stradina minuscola di cemento s’inerpica ripidissima fra proprietà private di castagneti, con alberi dai tronchi che superano spesso il metro di diametro, è il modo giusto per scaldare i motori. Il cemento lascia poi spazio allo sterrato, che benché sia battuto ed asciutto, richiede attenzione con la manetta negli stretti tornanti per non fare testacoda indesiderati. Procediamo salendo in una sorta di giardino botanico, con macigni grigio-neri disseminati ai lati della carrareccia, terrazzamenti curati e castagni ancora spogli, con luminosa erba verde a fare da contorno. Uno sguardo verso valle ci mostra il borgo di Castel del Piano sempre più piccolo, in lontananza i colli di Montalcino, Pienza, e la Valdorcia. Ma avanti a noi il fondo si fa via via più smosso, i ciottoli iniziano a crescere di taglia e sono alternati da pietre…

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *