TECNICA | SAG (Suspension Adjustments Gap)
dicembre 22, 2016
0 commenti
Condividi

TECNICA | SAG (Suspension Adjustments Gap)

SAG (Suspension Adjustments Gap)

La stragrande maggioranza degli enduristi, nell’acquisto di una moto, non ha quasi mai una chiara idea di come debbano essere regolate le sospensioni ed è raro che il dealer chieda informazioni all’utente circa peso, altezza e modalità di utilizzo per poterle sistemare prima della consegna e in virtù di un miglior utilizzo

A nostro parere la prassi di regolarazione delle sospensioni dovrebbe essere “obbligatoria”, in modo che venga effettuata una corretta e personalizzatissima messa a punto secondo l’uso a cui sarà sottoposta la moto. Ciò che colpisce di più è sapere che il 40% dei riders non si rende conto che le sospensioni hanno bisogno di queste informazioni di base per  funzionare correttamente ed ottenere prestazioni ottimali, cosa che si trasforma poi in una guida più redditizia per il pilota. Un caso tipico e comune è quello del pilota che allenta la vite del precarico sulla molla dell’ammortizzatore posteriore, per raggiungere un migliore contatto a terra con i piedi. In questo caso la migliore soluzione sarebbe sempre quella di modificare l’altezza del materiale della sella e mai ridurre il precarico perché, tale azione, impedirebbe un corretto funzionamento della sospensione stessa. Altro caso tipico di molti enduristi è quello di sostituire, nell’intento di migliorare le prestazioni della moto, quelle  di serie con altre acquistate in after market montandole però con le stesse tarature. Esempi come questo mostrano come i praticanti di off road siano spesso privi di informazioni e tecniche di base per la regolazione delle sospensioni.

Senza una sovrapposizione con il vostro tecnico, passiamo a trattare le modalità da adottare nella regolazione delle molle  delle sospensioni, in particolare il famoso SAG (Suspension Adjustments Gap), prima regolazione da fare per un perfetto funzionamento della moto. Se il SAG non è corretto si avrà una sospensione con una posizione di lavoro sbagliata e sarà necessario provvedere alla regolazione. Generalmente tali regolazioni sono estremamente complesse anche perché coinvolgono le dinamiche tecniche della stessa, quali fluidi, valvole e meccanica delle molle. In ogni caso, il risultato finale del lavoro sarà direttamente proporzionale alle capacità di apprendimento del funzionamento stesso dei sistemi.

Tags SAG, tecnica

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *