ADVENTURE | Gibraltar Race
Settembre 3, 2019 Condividi

ADVENTURE | Gibraltar Race

Attraverso l’Europa

Il racconto di Renato Zocchi e della sua partecipazione alla corsa con una Honda X-ADV, capace di conquistare la top ten

Il progetto di partecipare alla Gibraltar Race, dal 21 giugno al 6 luglio, con l’Honda X-ADV è nato insieme a Honda Europa – Italia, per mettere alla prova l’affidabilità della moto (e di me stesso) in una competizione estrema per il mezzo utilizzato, pensato per un utilizzo prevalentemente stradale, con la possibilità di effettuare del fuoristrada facile, in modo divertente.

Sull’esperienza dello scorso anno per affrontare percorsi di enduro vero abbiamo apportato alcune modifiche: per aumentare l’altezza da terra del veicolo abbiamo cambiato le tarature delle sospensioni con la collaborazione di Ohlins Andreani Group, è stata poi montata una marmitta ad alto rendimento studiata SC Project, un parafango anteriore alto per evitare il bloccaggio della ruota in caso di fango, pneumatici Anlas perfetti per un uso stradale e fuoristrada. Motore, elettronica e peso della moto sono rimasti perfettamente di serie.

Gibraltar-Race-2019

Gibraltar Race 2019

Con queste modifiche ho realizzato un primo test al Sardegna Gran Tour e sono poi partito per prender parte alla Gibraltar Race. Ho partecipato da privato, senza alcuna assistenza; insieme all’amico, Dominique Durussel avevamo un furgone guidato dalla sua compagna che ci portava casse, attrezzi, pneumatici di scorta e qualche ricambio.

Della manutenzione mi sono occupato personalmente. Alla sera smontavo le ruote e le portavo da un amico inglese che mi cambiava gli pneumatici, cambiavo il filtro dell’aria e fortunatamente l’affidabilità dell’XADV è talmente alta, che non ho mai nemmeno regolato la catena. Incredibile, perché le moto dei primi 10 in classifica, tutte le sere venivano completamente smontate e revisionate.

Le prime giornate della manifestazione sono state particolarmente impegnative per me, anche se in realtà in tutte le tappe ho trovato tratti che hanno messo a dura prova…

Il resto dell’articolo vi aspetta in edicola: EnduroAction n° 20 – settembre/ottobre

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento