Adventuring si… ma preparati
Marzo 12, 2019 Condividi

Adventuring si… ma preparati

Ogni qualvolta si parta per una avventura o un giro, il divertimento è correlato alla affidabilità sia nostra che del mezzo, quindi va da se che la preparazione stagionale o relativa al giorno dopo sono importantissime. Io che sono aimè un perfezionista non lascio mai nulla al caso, partiamo dalla forma fisica.

è importante essere un minimo allenati senza strafare ma ben in forma, cosi nel caso la vostra tecnica di guida venga meno dalla difficoltà del percorso dovrete essere pronti a dare “la spinta decisiva “ per superare l’ostacolo. Oppure può capitare di girare la moto e tornare sui propri passi e lì con la maxienduro ci vuole del fisico.

Vi consiglio di prepararvi con della semplice ginnastica funzionale durante l’inverno o nei periodi di pausa, occupa poco tempo (circa 1 ora al giorno) è poco faticosa e se siete seguiti da un ottimo professionista vi darà risultati sbalorditivi.

Per quanto riguarda la moto se ne sentono di tutti i colori. Qui potremmo andare avanti anni a discutere, generalmente io preferisco cose efficaci e poco ingombranti rispetto a delle vere e proprie armature da scudiero. Spesso e volentieri si rivelano troppo ostiche agli impatti e rischiate di danneggiare seriamente i punti vitali della moto.

Io vi consiglio sempre di mettere le protezioni studiate dalla casa madre, sono sempre le più efficaci e le meno ingombranti. Insomma se un reggimento di ingegneri ci lavora per anni e flotte di tester ci scorrazzano senza pietà, perché non seguire la loro indicazione? D’altronde la moto va usata e se ci fate qualche graffio, pazienza, avrà più fascino, l’importante è che vi porti a casa felici e contenti.

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento