ANTEPRIMA | KTM 450 Rally Replica
ottobre 31, 2018 Condividi

ANTEPRIMA | KTM 450 Rally Replica

Sognando Dakar

Una moto che profuma di Dakar, e non è un caso se KTM, con Matthias Walkner e il Team Red Bull KTM Factory, ha conseguito il 17° successo consecutivo. La 450 Replica è la moto totale per chi vuole vincere nelle competizioni Rally

Diretta discendente della mitica 690 Rally, la 450 ha riscosso un successo enorme, che è andato al di là delle numerosissime vittorie che questa moto è riuscita ad ottenere su tutti i campi di gara del mondo. E pensare, che nella conferenza stampa del giugno del 2009, dove ASO presentava la Dakar del 2010, KTM aveva espresso la ferma volontà di ritirarsi, visto che, per motivi di sicurezza, si era deciso di abbassare il limite di cilindrata a 450. Gli sviluppi della casa Austriaca si erano concentrati sul motore della 690, innovativo monocilindrico che da subito aveva dato i suoi frutti. I “transatlantici” dell’epoca, erano capaci di prestazioni al limite del pensabile ed a parte l’elevata cilindrata, (si raggiungeva il litro) le prestazioni velocistiche si potevano paragonare ad una moto da pista. Successivamente KTM che ha sempre creduto che le gare, concettualmente servono allo sviluppo dei modelli che poi attraverso i concessionari, finiscono nelle nostre mani, non ha abbondonato la Dakar, trovando nuovi stimoli, per creare la moto che con i vari step evolutivi è arrivata ai nostri giorni. La replica, in versione 2019 è un concept veramente READY TO RACE, quasi identica a quella dei vincitori della Dakar Walkner, Toby Price e Sam Sunderland. Questa nuova moto ora gode dell’innovazione tecnologica che ha spinto l’azienda austriaca ad incrementare il successo nella Dakar 2018, con un design completamente nuovo sviluppato da zero appositamente per le gare da rally. Il motore a iniezione SOHC da 450 cc offre ora una maggiore potenza, grazie a una testata di nuova concezione…

Il resto dell’articolo su EnduroAction n°15 in edicola

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *