Campionato Italiano FMI Regolarità D’epoca – finale di stagione in Toscana
Settembre 19, 2019 Condividi

Campionato Italiano FMI Regolarità D’epoca – finale di stagione in Toscana

Piazza al Serchio – La finale del Campionato Italiano Regolarità d’Epoca anche quest’anno si svolgerà in Toscana.

Ma non nella zona costiera come lo scorso anno quando si tenne a Casciana Terme, bensì in zona più interna, in Garfagnana per la precisione, in provincia di Lucca, a 500 metri di altezza. Il paesino di Piazza al Serchio ospiterà l’armata degli oltre 300 piloti del Gruppo 5 domenica 22 settembre per questa finalissima che assegnerà i restanti titoli italiani 2019. La gara, organizzata dalla AMC Garfagnana, si svilupperà su un giro di 39 chilometri, da ripetere tre volte, con due prove speciali, un fettucciatone degno di un mondiale, allestito su una collinetta a ridosso della partenza e un Enduro Test da circa quattro chilometri tracciato sui percorsi tipici della Garfagnana, sottobosco, bosco e sterrati. La partenza avverrà alle 9 di domenica mattina dagli impianti sportivi di Piazza al Serchio, mentre le verifiche si svolgeranno come sempre sabato pomeriggio, dalle 14 alle 19.

Alessandro-Gritti

Alessandro Gritti

Nonostante alcuni titoli siano già stati assegnati con un gara di anticipo, nelle Marche, a fine giugno, all’appuntamento toscano non mancherà nessuno tanto è vero che i piloti hanno di nuovo sforato le 300 presenze, come accaduto praticamente per quasi ogni appuntamento della stagione 2019.

Se la A1 e la A2 vantano già i loro campioni italiani 2019 altrettanto non può dirsi della A3 dove Fabio Bedussi (Gilera) conduce con sette lunghezze su Maurizio Dominella (Zundapp). Anche in A4 resta accesa la battaglia per il titolo che vede contrapposti Paolo Sala (Zundapp)e Marco De Eccher (Ktm) staccati al momento di 14 punti.

Discorso analogo in A5 con Gianluca Corsini su Ktm primo per 6 punti su Sergio Belussi (Puch). Nove i punti di differenza in B2 fra Alfredo Gamba (Moto Morini) e Alessandro Gritti (Moto Morini) mentre in B3 Gianluca Beccantini (Honda) deve difendere la sua leadership dagli attacchi di Giancarlo Donadio (Honda) secondo con 8 punti di svantaggio.

Marco-De-Eccher

Marco De Eccher

La C1 è saldamente nelle mani di Angelo Ceribelli (Fantic Motor) primo su Nazzareno Artifoni (Puch) per 18 punti laddove la C2 è già stata assegnata a Pietro Gagni su Fantic. Mario Valsecchi (Ancilotti) comanda in C3 con 12 punti su Giuliano Butti e 13 su Filippo Faraone (Intramotor). Solo 3 punti separano in C4 Walter Bettoni (Gilera) e Giorgio Balzarini (Puch) mentre in C5 i contendenti al titolo sono ben tre: Lorenzo Troain (Puch), Giorgio Contessi (Ktm) e Alfredo Bottarelli (Twm) contenuti nello spazio di soli 5 punti. Con la C6 e la D1 già assegnate la D2 si fa caliente dato il primo posto di Giorgio Nembrini (Puch) su Sandro Pivetta (Aprilia) per soli otto punti.

Nella D3 tutto può ancora accadere perchè Stefano Bosco (Kramer) conduce con 94 punti contro gli 82 di Giuseppe Vernagallo (Puch) e gli 80 di Fausto Scovolo mentre le D4, D5 e D6 hanno già i loro campioni 2019.

Si decideranno in Garfagnana inoltre X1, X3, X4 e X5 oltre ai Trofei Testori e al Trofeo T80. Oltre alla sfida apertissima fra i Moto Club per Vaso e Trofeo si assegnerà in Toscana anche il Labeca Cross Test 2019, il Trofeo per il miglior pilota nei fettucciati dell’intera stagione.

CLASSIFICHE-GENERALI-CAMPIONATO-REGOLARITA-EPOCA-GR.-5-DOPO-VALFORNACE

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento