COMPARATIVA |  KTM 300 EXC TPI – Beta RR 300
Mar 4, 2018 Condividi

COMPARATIVA | KTM 300 EXC TPI – Beta RR 300

Regine a confronto

Sono due moto che incarnano due differenti filosofie motoristiche, ma che insieme rappresentano un punto fermo nelle 300 2T. Con questo test vogliamo capire se l’innovativo motore iniezione di KTM possa mettere fuori gioco il “vecchio” ma sempre valido carburatore

Le stringenti normative sul piano inquinamento hanno messo a rischio la vita del 2T, che in Europa mantiene inalterato il suo numero di estimatori. Un motore che fa della semplicità costruttiva il suo vero must, deve affrontare le importanti e improrogabili normative sul piano inquinamento ambientale. Ma visto che, grazie al numero consistente di gare extreme e ad un numero sempre crescente di estimatori, le case, decidono finalmente di metterci le mani. Lo fanno anche in virtù del fatto, che le tecnologie costruttive, unite all’elettronica sempre più padrona delle nostre moto, lo permettono. Ecco che KTM, a metà del 2017 presenta la prima 2T iniezione, che vogliate o no, rappresenta l’inizio di un nuovo ciclo. Il progetto, come spiegato ampiamente sul numero 9 di EnduroAction, nasce nel ormai lontano 2004, quando KTM nell’intento di migliorare le prestazioni dei suoi 2T, inserisce l’iniezione del carburante. Gli altri, pur mantenendo alta l’attenzione verso questo segmento, hanno proseguito la loro strada nella direzione più classica. Certo. L’iniezione non è la panacea di tutti i mali, l’olio va ancora miscelato alla benzina, e l’elettronica è ancora di difficile gestione da parte degli utenti; una moto a carburatore in qualche modo rientra a casa con le proprie ruote, quella iniezione forse occorre mettersela in spalla. Virtuosismi a parte passiamo al nostro test, che vede protagoniste due belve, la KTM 300 tpi e la BETA 300 RR entrambe regine del mercato europeo.

Il resto dell’articolo su EnduroAction n°11

 

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *