E’ ufficiale, Eicma cancellata per il 2020. Intermot si sposta al 2022
Giugno 28, 2020 Condividi

E’ ufficiale, Eicma cancellata per il 2020. Intermot si sposta al 2022

Non è stata una decisione facile e soprattutto non è, di sicuro, stata presa con leggerezza. Da mesi si discute sull’edizione 2020 di Eicma, l’Esposizione internazionale del ciclo e motociclo di Milano, ma solo in questo fine settimana è stata presa la decisione ufficiale: niente 2020, ci si sposta direttamente al 2021. In queste ultime settimane Eicma aveva aspettato per capire cosa avrebbe fatto la Germania, con l’Intermot di Colonia previsto per ottobre, e quando è arrivata la decisione dei tedeschi anche gli organizzatori italiani hanno capito che non era il caso. Intermot tra l’altro, con un comunicato, ha addirittura annunciato che la fiera si sposterà al 2022 e non al 2021 perchè, scrivono “Le risorse dei nostri clienti per il 2021 sono già sotto pressione come risultato della crisi della SARS/COVIC-19. Come parte importante dell’industria motociclistica, tuttavia, e in particolare in tempi difficili, vogliamo sostenere attivamente i nostri partner che ora stanno lavorando a pieno ritmo su un formato digitale. Con il digitale Intermot news stream, stiamo creando una piattaforma di comunicazione che fornirà ispirazione sostenibile per l’industria e la comunità motociclistica. Potremo poi concentrarci sull’evento previsto per il 2022… Intermot continuerà ad assistere attivamente i suoi espositori quest’anno e sostenere il business del settore motociclistico”. I tedeschi praticamente si sono messi a disposizione dei loro clienti usuali a livello digitale: “Abbiamo ospitato i formati digitali nella pianificazione che presenteranno i produttori di veicoli, le anteprime mondiali per la stagione 2021, insieme a innovazioni e novità di settore del segmento ricambi, accessori e abbigliamento. C’è anche un formato talk B2B
che discuterà le opportunità dopo la crisi del coronavirus.  Gli eventi Intermot  previsti per la fine del 2020 saranno trasmessi come news, per la comunità mondiale moto”. 

Eicma invece, come dichiarato dal  presidente di ANCMA, e amministratore delegato della società che organizza a Milano il più importante appuntamento internazionale per il settore, Paolo Magri, ha deciso di spostare l’edizione 78 dell’Esposizione Internazionale del Ciclo e Motociclo, programmatadal 3 all’8 novembre al 2021.

“Il valore e la leadership internazionale del nostro evento espositivo – ha spiegato Magri – ci hanno spinto a non scommettere sull’evoluzione sanitaria legata all’emergenza Covid-19 e, soprattutto, ad ascoltare e tutelare l’intera industria delle due ruote che, con Fiera Milano in primis e i nostri partner, continua a vedere in EICMA un modello vincente e la sua più importante opportunità b2c e b2b in ambito fieristico. L’andamento del mercato e le sfide economiche e sociali che il periodo di lockdown ha imposto a livello globale anche al nostro comparto ci obbligano oggi alla responsabilità e ad agire su larga scala nell’interesse degli espositori e dei nostri visitatori, posticipando con una solida convergenza d’intenti l’edizione 2020”.

 

L’appuntamento, che attira centinaia di migliaia di appassionati e che negli anni si è affermato come uno degli eventi più importanti del capoluogo lombardo per interesse e visibilità, è quindi solo rimandato al 2021, dal 9 al 14 novembre, sempre nel quartiere fieristico di Milano-Rho. Il presidente del CdA di EICMA Pietro Meda ha sottolineato che “l’Edizione 2021 avrà grande valore simbolico e auspichiamo possa contribuire a far dimenticare agli appassionati e a tutta la filiera delle due ruote questa difficile ed eccezionale congiuntura. È nostra intenzione – ha concluso Meda – continuare a tutelare non solo l’importanza globale del nostro evento espositivo, ma anche ulteriormente valorizzare il forte legame con il territorio e con le istituzioni che considerano EICMA un appuntamento attuale e imprescindibile non solo per il settore”.

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

Only registered users can comment.