ENDURACE | Regolarità d’Epoca
Ottobre 31, 2019 Condividi

ENDURACE | Regolarità d’Epoca

Regolarità d’Epoca – Il Campionato più blasonato d’Italia

È il più frequentato di tutti. Fra titoli italiani e Trofeo Testori si contano ben 26 categorie con gare che sfiorano le 350 presenze ognuna

Non c’è nessun altro campionato italiano in FMI che faccia gli stessi numeri. Se si escludono i Regionali – quest’anno il Triveneto ha passato in più occasioni i 410 iscritti – nessun’altra disciplina, dall’enduro al motorally, dal cross al trial, fa registrare questi numeri.

Alla prima gara di quest’anno a Grazzano Visconti (Pc) – valida anche per l’Europeo – erano in 386, e nelle sei prove a seguire hanno più o meno mantenuto questi numeri ad esclusione della trasferta siciliana – ogni anno si corrono due gare appaiate nel Sud Italia o nelle isole – che ha comunque richiamato al via oltre 150 piloti. Un segno di ottima salute per un Campionato che cammina con le sue gambe e si regge grazie ad un Comitato che va per la sua strada fiero dei suoi risultati.

Marco-Taviano

Marco Taviano

Anche l’ultima prova di Piazza al Serchio non ha, come accade in altri Campionati, registrato un calo nelle iscrizioni e in Garfagnana, in provincia di Lucca, si sono presentati ben 287 partenti. Oltre a Grazzano Visconti, le location 2019 sono state Vesime (At), Pasturo (Lc), Corleone (Pa), Valfornace nelle Marche, più nota al mondo dell’enduro prima dell’unione dei due comuni come Pievebovigliana, e Piazza al Serchio, appunto.

Una stagione intensa che ha vissuto colpi di scena, rovesciamenti di fronte ma anche tante conferme. Ad inizio anno qualcuno ha cambiato categoria infuocando ogni singola prova e regalando al pubblico, che non si nega il piacere di assistere a queste sfide, e agli appassionati, vere e proprie battaglie, spesso decise sul filo dei decimi di secondo.

Non sono pochi i piloti più giovani che si stanno avvicinando a questa specialità – il regolamento ammette conduttori che abbiano compiuto…

Il resto dell’articolo vi aspetta in edicola: EnduroAction n° 21 novembre/dicembre

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento