ENDURACE | Tirana 24Hours – Albania
Marzo 4, 2018 Condividi

ENDURACE | Tirana 24Hours – Albania

“You can be heroes… just for one day”

Ce la farò in moto? Il dubbio mi assale ma ci metto poco a decidere, anzi ho già deciso, se non ci vado non lo saprò mai!

Guidare per 24 ore è già di per sè una prova impegnativa, il Rally questa volta sarà un pochino più soft, spero. Chi conosce il Rally di Albania sa che si tratta di uno dei Rally più duri del panorama internazionale, il percorso è sempre molto impegnativo e ben fatto ma non avere un’apripista è una grossa mancanza. Non ci sono waypoints o cap e si deve navigare molto d’intuito e questo, secondo me, lo rende estremamente affascinante. Edvin Kasimati, eccentrico organizzatore del Rally si è inventato questa 24 ore a novembre, proprio per cercare la notte più lunga. Numerosi equipaggi provenienti da mezza Europa, al via anche la campionissima ed indimenticata Dakariana Jutta Kleinschmidt alla guida di un Polaris, qui si fa sul serio. La gara è divisa in cinque settori selettivi per un totale di quasi 900 km con un tempo massimo imposto, alla fine di ogni settore ci sarà un Pit-Stop per l’assistenza. Ogni settore ha prove speciali cronometrate che vanno da un minimo di 35 ad un massimo di 120 km per un totale di otto, alle 18.00 di venerdì 17 si parte. Dopo l’intervista accendo la mia illuminazione “mostro”, così l’ha chiamata Ugo Filosa al quale mi sono appoggiato per l’assistenza e la logistica insieme a Christian Pastori, Marco Frappa e Alberto Tortonesi. Emozionante, lasciare la città piena di luci e gente e ritrovarsi in un attimo fuori dal mondo. Subito la prima PS. che sarà per me una vera e propria odissea. A metà prova tutto procede bene, ho superato qualche concorrente più lento, arrivo a un incrocio un po’ più complicato e “maremma illuminata” sbaglio…

Il resto dell’articolo su EnduroAction n°11

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento