Intervista | Fabrizio Carcano
Marzo 12, 2019 Condividi

Intervista | Fabrizio Carcano

Fabrizio Carcano – I dettagli che fanno la differenza

Con la prova di Massa Carrara, a metà marzo, riparte il Motorally 2019, un campionato che, a detta di molti, rappresenta un buon trampolino di lancio per i Rally Raid

Prove speciali strettissime e navigazione sempre difficile, ne fanno un fiore all’occhiello del nostro panorama sportivo, da qui sono passati molti Dakariani, e siamo sicuri che ne passeranno molti altri. Abbiamo incontrato Fabrizio Carcano, da più di 30 anni legato al marchio Husqvarna, ex pilota collaudatore, ora team Manager di uno dei team italiani più titolati di questa categoria.

Vista la tua esperienza come vedi la disciplina dei rally?
Partiamo dal presupposto che è una disciplina molto bella, con questo mix di velocità e navigazione, e un numero sempre maggiore di piloti che ci si avvicinano. A livello internazionale vedo la Dakar sempre ad alti livelli e con interessi da parte delle principali case motociclistiche, un Campionato Mondiale Rally che non esplode con pochi partecipanti. Il Campionato Motorally lo trovo sempre interessante sia dal punto di vista partecipazioni che da quello delle location, forse un po’ statico per quanto riguarda la comunicazione, bisognerebbe migliorarlo e soprattutto ringiovanirlo.

Qual è il segreto del tuo successo in questi 25 anni?
Lavoro, lavoro, lavoro, solo con tanta passione, dedizione ed umiltà si possono raggiungere i risultati. Dicono che sono un po’ rompipalle ed esigente ma, come dico sempre io, le gare si possono perdere o vincere, però tutti dobbiamo dare il massimo, dalla preparazione nelle moto, all’organizzazione, all’allenamento dei piloti, è il dettaglio che fa la differenza. Come sai i piloti vanno e vengono, io posso essere simpatico o antipatico però i risultati mi hanno dato sempre ragione.

Tantissimi piloti sono passati sotto la tua gestione, che ricordi hai?

Il resto dell’articolo su EnduroAction n°17  in edicola

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento