ISDT 2020 di Brioude: l’Italia sarà la Nazione da battere
Febbraio 29, 2020 Condividi

ISDT 2020 di Brioude: l’Italia sarà la Nazione da battere

Dal 22 al 27 settembre di quest’anno a Brioude, in Francia, nella zona a sud di Clermont Ferrand, si svolgerà la ISDT, International Six Days Trails organizzata dal Moto Club Brioude.

Un’occasione per festeggiare oltralpe, in un evento che sta prendendo sempre più dimensioni importanti, l’anniversario dei quarant’anni della Sei Giorni nella stessa cittadina che la ospitò nel 1980.

Le iscrizioni si sono appena chiuse – si sarebbero dovute chiudere il 30 aprile – perchè gli organizzatori si sono visti arrivare quasi 600 richieste e a 500 hanno deciso di fermarsi, nonostante inizialmente si fossero riproposti di non superare i 400 partecipanti.

Inutile dire che gli italiani giocano un ruolo importante in questa gara perchè a vincere, in quell’anno, furono proprio loro. La squadra era composta allora da Guglielmo Andreini, Elia Andrioletti, Gianangelo Croci, Andrea Marinoni e Augusto Taiocchi ma ovviamente tantissimi furono i piloti italiani al via dell’edizione numero 55 della Sei Giorni.

Gli organizzatori francesi hanno dato ad Adriano Micozzi l’incarico di ricomporre per quanto possibile la compagine italiana, e il pilota toscano non si è tirato indietro. “Riuscire a mettere insieme la squadra non è stato un lavoro da poco – racconta Micozzi – ma oggi posso dire, e non senza una certa emozione che la squadra è fatta, i piloti saranno 12 suddivisi in 4 squadre di tre piloti ognuna”.

Stando al programma i partecipanti potranno installarsi al paddock già lunedì e martedì, 21 e 22 settembre, per affrontare le operazioni preliminari il 23 settembre dalle 9 alle 16. Alle 17 sfilata di tutte le squadre e ad aprire il lungo corteo sarà proprio l’Italia in quanto squadra vincente del Trofeo nel 1980, seguita dalla Germania, vincitrice del Vaso, e via via da tutte le altre nazioni. Giovedì 24 primo giorno di gara, con tre prove speciali – tutti e tre cross test, due a Verneuges e una a Brioude – e un test di accelerazione. Il 25 settembre due prove speciali fettucciate più un Enduro Test non lontano da Champagnac e ancora un test di accelerazione mentre sabato si affronterà lo stesso percorso del primo giorno ma in senso inverso. Domenica per concludere, finalissima di cross con un minimo di 20 e un massimo di 25 moto per ogni singola manche di gara.

I piloti che rappresenteranno l’Italia nel trofeo Mondiale saranno:

Gualtiero Brissoni (Swm 125); Angelo Signorelli (Fantic 80), Claudio Terruzzi (Ktm 350).

Per il Vaso ci saranno Fabio Fasola (Ktm 250); Chicco Muraglia (Accossato 80); Walter Bettoni (Fantic 125).

Il Club Italia A schiererà Cesare Bernardi (Puch 175); Giovanni Pieroni (Aim 80) e Luca Benedetti (TM 125) mentre il Club Italia B vedrà scendere in campo Dario Salvi (Valenti 80); Roberto Gaiardoni (Fantic 50) e Adriano Micozzi (Ancillotti 50).

Di Elisabetta Caracciolo

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

Only registered users can comment.