KTM Factory Racing Dakar Rally 2021 – Stage Two
Gennaio 4, 2021
0 commenti
Condividi

KTM Factory Racing Dakar Rally 2021 – Stage Two

GIORNATA IMPEGNATIVA PER I PILOTI KTM NELLA SECONDA TAPPA DEL RALLY DAKAR 2021

Al termine di quella che è stata una giornata impegnativa per la Red Bull KTM Factory Racing, Sam Sunderland e Toby Price hanno entrambi finito la seconda tappa del Rally Dakar 2021, rispettivamente al 17° e al 22° posto. Matthias Walkner ha purtroppo perso molto tempo sulla speciale quando un problema tecnico lo ha costretto a fare delle riparazioni a metà gara.

Daniel Sanders del KTM Factory Racing si è goduto una giornata intensa terminando nono e  passando gran parte della giornata in testa alla classifica generale. Il secondo giorno di gara si è rivelato incredibilmente difficile per tutti i concorrenti. Per un totale di 685 km, da Bisha a Wadi Ad-Dawasir, la tappa comprendeva una lunga speciale cronometrata di 457 km. Sfidando i corridori con dune di sabbia morbida per il primo terzo della speciale, la tappa si è poi aperta a piste più veloci e sabbiose, serpeggiando attraverso una serie di canyon. Una navigazione accurata è stata ancora una volta la chiave per assicurarsi un buon tempo. Al quarto posto nella tappa di oggi, Sam Sunderland ha fatto una grande performance nella prima parte della speciale, attraverso le dune di sabbia che si adattano al suo stile di guida. Difendendo una posizione nella top-10 fino all’ultimo quarto di tappa, il britannico, come molti altri, ha commesso un piccolo errore che gli è costato un po’ di tempo. Nonostante la battuta d’arresto, Sunderland è riuscito a tornare in pista per tagliare il traguardo in 17° posizione provvisoria, a 23 minuti dal vincitore della tappa. Vincitore della prima tappa, Toby Price ha avuto il poco invidiabile compito di aprire lo speciale di oggi. E con il percorso composto da una combinazione di dune difficili da percorrere, seguite da percorsi e valli ad alta navigabilità, il due volte campione della Dakar aveva davanti a sé una grande sfida. Nonostante le difficoltà che ha dovuto affrontare, Price è riuscito a raggiungere la fine della speciale in sicurezza e senza grossi problemi. Anche se alla fine ha perso tempo sui nuovi leader del rally, Toby è fiducioso nella sua guida e sa che il risultato potrebbe benissimo tornare a suo favore durante la terza tappa di domani. Partendo solo dalla seconda tappa della Dakar, Daniel Sanders del KTM Factory Racing è stato in grado di spingere al massimo fin dall’inizio. Secondo più veloce al primo checkpoint al chilometro 46, l’ex campione internazionale di enduro della Sei Giorni ha sfruttato al meglio le sue capacità di guida per attraversare la prima metà della tappa, arrivando al checkpoint a 351 km ancora all’interno dei primi due. Un piccolo errore nella parte finale della tappa è costato all’australiano minuti preziosi, ma è riuscito comunque a portare a casa la sua KTM 450 RALLY in una posizione di tutto rispetto. Matthias Walkner, terzo classificato nella speciale di ieri si è subito messo all’inseguimento del compagno di squadra Price. Purtroppo, poco prima di raggiungere il checkpoint al chilometro 46, l’austriaco ha subito un problema tecnico sulla sua KTM 450 RALLY. Fermandosi per riparare il problema, Matthias ha perso poco più di due ore contro i leader ma fortunatamente è riuscito a proseguire.  Formando un anello attorno al bivacco di Wadi Ad-Dawasir, la terza tappa di 629 km del Rally Dakar 2021 sarà composta principalmente da dune del deserto, sfidando ancora una volta i piloti con una navigazione tecnicamente impegnativa attraverso i suoi 403 km cronometrati speciali.

Sam Sunderland:“Beh, con queste prime due tappe ci hanno davvero buttato nella mischia, ma questa è la Dakar cosi come dovrebbe essere; dura. Se ieri è stata difficile a causa della navigazione, oggi è stata dura per motivi leggermente diversi. Nel complesso, la tappa è stata molto più veloce, ma all’inizio abbiamo attraversato alcune dune molto morbide, ed è stato facile perdere tempo lì, soprattutto in prossimità del fronte. Sono contento della mia guida e la posizione di oggi non è male – penso che con l’avanzare della corsa vedremo questi cambiamenti al comando ogni giorno, a seconda di chi aprirà la tappa. C’è ancora molta strada da fare, quindi domani continuerò a spingere”.

Toby Price: “Nel complesso, sono contento di come è andata la mia giornata. E’ stato molto complicata, ma penso che sarà così ogni giorno quest’anno. I primi 100 chilometri sono andati bene, poi Kevin Benavides mi ha raggiunto e io ho percorso circa 150 km dietro di lui fino a quando non ha commesso un errore, e ho ripreso il comando. Nella parte successiva della speciale ho avuto un piccolo problema con l’alimentazione della moto, il che mi ha costretto a rallentare un po’, ma per fortuna non ho perso troppo tempo. Oggi ci siamo fatti prendere dai ragazzi dietro, ma c’era da aspettarselo. Speriamo di riuscire a recuperarne un po’ anche domani tra le dune”.

Daniel Sanders: “Oggi è iniziata davvero bene per me, è stata una tappa veloce ma difficile per recuperare il tempo sui ragazzi che mi precedono, ma stavo correndo bene e mi sentivo abbastanza a mio agio per spingere. Purtroppo, verso la fine della tappa, ho perso una nota nel road book e ho finito per perdere oltre 10 minuti. E’ frustrante, ma fa tutto parte del processo di apprendimento. Ho una buona posizione di partenza per domani, quindi darò di nuovo il massimo e cercherò di chiudere in testa”.

 

 

 

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

Only registered users can comment.