Mario Roman si aggiudica la prima tappa del WESS
Maggio 14, 2019 Condividi

Mario Roman si aggiudica la prima tappa del WESS

Lo spagnolo Mario Roman ha preso subito il comando della battaglia per diventare il ULTIMATE ENDURO CHAMPION di quest’anno, rivendicando la vittoria alla prima tappa della World Enduro Super Series 2019 – la Toyota Porto Extreme XL Lagares, in Portogallo.

Mettendo in mostra un ottimo atteggiamento di guida, la star di Sherco Factory Racing ha sopravanzato il compagno di squadra Wade Young (RSA), giunto secondo, e Manuel Lettenbichler (KTM – GER) terzo.

Dopo due giorni di gare di cui una Endurocross e il City Prologue ricche di azione, l’attenzione si è spostata verso la Hard Enduro di domenica. Tra i 300 concorrenti iscritti, oltre 50 riders professionisti sono partiti sulla linea di partenza del difficile tracciato, che doveva essere completato due volte. Notoriamente difficile, le condizioni meteo con un sole bollente e  un caldo torrido hanno implificato le difficoltà.

Wade-Young-(Sherco-–-RSA)

Wade Young (Sherco RSA)

La più veloce delle teste di serie, Alfredo Gomez (ESP) di Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing e Taddy Blazusiak (POL) della Red Bull KTM Factory Racing sono subito scappati in classifica, al primo importante passaggio nel fiume, Blazusiak sbanda e perde la testa a vantaggio di Gomez, con Lettenbichler alle calcagna.

A metà del primo giro l’ordine di marcia è cambiato. Con un ritmo incredibilmente veloce, Lettenbichler è passato in vantaggio e ha guadagnato cinque minuti su Young con Billy Bolt (Husqvarna – GB), Jonny Walker (KTM – GB) e Graham Jarvis (Husqvarna – GB) tutti a rimorchio. Proprio dietro di loro spunta Roman.

Manuel-Lettenbichler-(KTM-–-GER)-

Manuel Lettenbichler (KTM-GER)

All’inizio del secondo giro, Lettenbichler aveva ormai sei minuti di vantaggio e sembrava in confidenza. Ma Roman e Young avevano altre idee e aumentando notevolmente il loro ritmo recuperavano sul giovane tedesco, che sembrava aver perso il ritmo proprio nel momento cruciale.

Superando sia Young che Lettenbichler, Roman e la sua Sherco passano in testa, conquistando una vittoria memorabile.

Tra gli italiani che hanno partecipato a questa prima tappa troviamo Michele Bosi, Sonny Goggia e Diego Nicoletti.

Michele Bosi:

“La mia prestazione in generale non è stata delle migliori, soprattutto nei primi due giorni. Sono caduto nella prima manche del Enduro cross e non sono riuscito ad entrare nella semifinale, dopodiché anche il giorno successivo in città ho commesso parecchi errori che mi hanno fatto uscire dalla rosa dei migliori costringendomi a partire parecchio indietro la domenica. Nella Hard Enduro di domenica da metà gara in poi ho preso un bel ritmo raggiungendo il 18esimo posto, stava andava tutto bene fino alla fine del primo giro quando i crampi, soprattutto all’avambraccio sinistro, hanno bloccato la mia rimonta”.

Michele-Bosi

Results – Round 1: Toyota Porto Extreme XL Lagares

1. Mario Roman (Sherco – ESP) 4:01:43.21
2. Wade Young (Sherco – RSA) 4:05:59.04 +4:15.83
3. Manuel Lettenbichler (KTM – GER) 4:07:09.68 +5:26.47
4. Graham Jarvis (Husqvarna – GB) 4:07:16.12 +5:32.91
5. Billy Bolt (Husqvarna – GB) 4:15:19.68 +13:36.47
6. Jonny Walker (KTM – GB) 4:29:26.58 +27:43.37
7. Alfredo Gomez (Husqvarna – ESP) 4:34:51.08 +33:07.87
8. Taddy Blazusiak (KTM – POL) 4:53:58.02 +52:14.81
9. Travis Teasdale (KTM – RSA) 5:01:43.91 +1:00:00.70
10. Jonathan Richardson (Husqvarna – GB) 5:11:22.83 +1:09:39.70

2019 World Enduro Super Series Standings (after round 1)

1. Mario Roman (Sherco – ESP) 1000 points
2. Wade Young (Sherco – RSA) 850 pts
3. Manuel Lettenbichler (KTM – GER) 770 pts
4. Graham Jarvis (Husqvarna – GBR) 690 pts
5. Billy Bolt (Husqvarna – GB) 610 pts
6. Jonny Walker (KTM – GB) 570 pts
7. Alfredo Gomez (Husqvarna – ESP) 530 pts
8. Taddy Blazusiak (KTM – POL) 490 pts
9. Travis Teasdale (KTM – RSA) 460 pts
10. Jonathan Richardson (Husqvarna – GB) 430 pts

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento