Motorally: Jerutti inarrestabile anche in Valtidone
giugno 29, 2018 Condividi

Motorally: Jerutti inarrestabile anche in Valtidone

Il giovane talento in sella alla Husqvarna FE 450 domina anche la prima edizione del Motorally della Valtidone, sesta tappa del CIMR. Leonardo Tonelli primo nella U23.

Pecorara, piccola frazione montana dell’Appennino piacentino, ha ospitato la sesta tappa del Campionato Italiano Motorally, costituita dal 1.o Motorally della Valtidone per la regia del Moto Club omonimo. Oltre 150 gli iscritti che si sono confrontati con i due settori selettivi di 12 e 25 km rispettivamente, per un percorso totale di 130 chilometri. Jacopo Cerutti rimane l’indiscusso miglior interprete della navigazione veloce, facendo ancora una volta la differenza. Il portacolori del team CF Racing ha fatto segnare il miglior tempo in entrambi i settori selettivi nonostante partisse per primo, staccando nella prima prova Mirko Gritti dell’Africa Dream Racing e Maurizio Gerini del Team Solarys, per un podio virtuale tutto Husqvarna. Anche il secondo settore selettivo ha dato ragione a Cerutti, seguito da Mirko Gritti e questa volta Leonardo Tonelli, che ha vinto la Under23 sempre su Husqvarna FE. Il podio finale dell’Assoluta ha quindi confermato la grande efficacia della base tecnica Husqvarna, con tre piloti su FE 450 ai primi tre posti: Jacopo Cerutti, Mirko Gritti e Maurizio Gerini; Jacopo Cerutti è sempre più leader della classifica di campionato, a soli due punti dalla certezza matematica del titolo 2018, che sarebbe per lui il quarto consecutivo. A podio anche i piloti Husqvarna Luigi Martelozzo e Mauro Uslenghi (250 4T), Paolo Mendotti (300), Marco Menichini (125) e Giovanni Gritti (600). Il prossimo appuntamento con la navigazione sarà in Sicilia il prossimo 12-13 e 14 ottobre con le ultime due prove del CIMR e la seconda prova del campionato Raid TT.

Jacopo Cerutti: “È stata un’altra grande giornata, stiamo lavorando benissimo sia con la moto che come allenamenti ed i risultati si vedono. Sono state due prove brevi ma intense, corse a ritmo altissimo senza un attimo di respiro. Abbiamo anche messo una seria ipoteca sul titolo e guardiamo all’ultima prova in Sicilia ad ottobre con maggiore serenità.

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *