Prepariamoci per l’offroad (seconda Parte)
01/07/2020 Condividi

Prepariamoci per l’offroad (seconda Parte)

Consigli pratici

Con il Covid-19, si spera alle spalle, gli appassionati hanno inforcato le proprie due ruote e hanno riaperto gli orizzonti dell’avventura. Chiudiamo il cerchio sull’argomento – aperto sullo scorso numero – e seguiamo le indicazioni utili e preziose per riprendere a viaggiare in sicurezza

La prima parte della nostra ‘guida’ nel precedente numero di Enduro Action si era chiusa con la raccomandazione di non lasciare mai a casa il libretto d’uso e manutenzione e di portare sempre con sé una borsetta attrezzi contenente tutto l’indispensabile per ovviare a quegli inconvenienti che possono capitare durante il viaggio. Un altro aspetto che avevamo trattato riguardava il controllo di tutta la bulloneria: voglio tornare un attimo sull’argomento perchè è importante non sottovalutare mai quest’abitudine perchè spesso è una delle principali cause di guasti.

I bulloni vanno sempre controllati con perizia, soprattutto nei punti di maggiore stress, che sono tutte le parti a contatto con il motore, colui che, anche se non sembra, produce una quantità indescrivibile di vibrazioni. Usate il metodo della segnatura, vale a dire un piccolo segno fra bullone e parte accessoria: vi tornerà utilissimo perché basterà dare uno sguardo veloce per capire se è tutto a posto. Altra bulloneria da controllare minuziosamente prima del viaggio è quella inerente i punti di attacco dell’impianto di scarico. In questo caso specifico incide tantissimo anche l’escursione termica dovuta al raffreddamento quando vi fermate.

20-Honda-CRF1100L-Africa-Twin-Adventure-Sports-SE_foot-peg-source

Il primo consiglio per le pedane poggiapiedi è quello di denudarle dei gommini: questo accorgimento ha un duplice effetto, quello di avere più grip sulla suola degli stivali, e di pulirsi più rapidamente da fango o pietruzze.

Altro elemento da prendere in considerazione sono le pedane poggiapiedi su cui grava tutto il nostro peso corporeo e non solo. Molti motociclisti tendono a sostituirle nell’immediato, personalmente consiglio di farlo solo quando strettamente necessario. Non è detto che una pedana più larga giovi alla vostra guida. Il primo consiglio è quello di denudarle dei gommini: questo accorgimento ha un duplice effetto, quello di avere più grip sulla suola degli stivali, e di pulirsi più rapidamente da fango o pietruzze che inevitabilmente si fermano nelle sue maglie.

Il secondo consiglio è quello di verificare sempre il corretto movimento della molla di rinvio…

Il resto dell’articolo vi aspetta in edicola: EnduroAction n° 24 luglio/agosto o in versione digitale cliccando qui

Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/enduroac/public_html/wp-content/themes/solidus-theme/includes/single/post-tags-categories.php on line 7

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

Only registered users can comment.