Superenduro: Colton Haaker vince a Madrid e passa in testa al Mondiale
Gennaio 28, 2019 Condividi

Superenduro: Colton Haaker vince a Madrid e passa in testa al Mondiale

Superenduro Colton Haaker domina la terza tappa di campionato, mentre Alfredo Gomez rientra a sorpresa e si piazza terzo

Il pilota Rockstar Energy Husqvarna Factory Racing Colton Haaker ha realizzato una prestazione dominante nel terzo round del Campionato del mondo FIM SuperEnduro corso a Madrid, in Spagna, portandosi così in testa alla classifica di campionato. A rendere memorabile la serata per il team, Alfredo Gomez è tonato a correre dopo l’infortunio occorsogli nel precedente round in Germania, salendo direttamente sul podio come terzo assoluto.

Il terzo round del mondiale SuperEnduro segnava il giro di boa di questo campionato, e il due volte iridato Haaker è arrivato a Madrid sapendo che per mantenere accese le speranze di un altro titolo, sarebbe servita una vittoria. A suo agio sul tracciato fin dall’inizio, il pilota Husqvarna ha fatto segnare notevoli tempi sul giro nelle prove, per poi portare il suo impressionante passo in SuperPole dove ha realizzato il miglior tempo.

Grazie a una partenza praticamente perfetta in Gara1, Haaker si è immediatamente portato in testa, e dopo aver preso il largo si è assicurato la prima vittoria della serata. Con l’ordine di partenza rovesciato in Gara2, l’americano ha guidato con cautela, finendo purtroppo coinvolto in una caduta di gruppo nel primo giro. Dopo essere ripartito quasi ultimo, si è rimboccato le maniche risalendo fino al secondo posto. A quel punto si è però trovato in difficoltà nella sezione di rocce finale, finendo per dar vita a una lotta a tre fino al traguardo. Dopo una pesante caduta con Taddy Blazusiak, Haaker è stato fortunato a rialzarsi illeso chiudendo terzo.

Alfredo-Gomez---Rockstar-Energy-Husqvarna-Factory-Racing

Con la vittoria finale ormai alla portata, Haaker ha ritrovato la concentrazione per Gara3 e ha realizzato probabilmente la sua miglior prestazione della serata. Arrivando al traguardo con un impressionante margine di 26 secondi, si è assicurato il gradino più alto del podio e la vetta provvisoria del campionato.

Anche per il suo compagno di squadra Alfredo Gomez la gara di casa a Madrid ha avuto un sapore dolce. Dopo aver deciso di rientrare, nonostante il recente infortunio al gomito in occasione dell’ultima uscita in Germania, sulla sua Husqvarna TE 300i lo spagnolo puntava a una top 5; ma sentendosi meglio del previsto con l’avanzare della serata Gomez ha costruito un incredibile podio.

Nono in Gara1, è salito a quinto in Gara2; una molto migliore partenza in Gara3 lo ha poi visto mettersi al riparo dai problemi, e conquistare il terzo posto finale dopo aver corso la seconda metà di gara in seconda posizione.

Il Campionato del mondo FIM SuperEnduro 2019 continuerà con il quarto round a Budapest, in Ungheria, il prossimo 9 febbraio.

Colton Haaker: “È fantastico lasciare Madrid con la vittoria finale e in testa al campionato. Stasera volevo davvero attaccare per vincere e rimettermi in corsa per il titolo: le cose sono andate proprio così, nonostante tutto quello che è successo in pista. Fin dalle qualifiche mi sentivo in forma e preciso nella guida. Ho realizzato diversi giri veloci pur senza prendere rischi, la SuperPole è stata un giro praticamente perfetto e il suo slancio mi ha accompagnato in Gara1. Sono partito benissimo, passando quasi subito in testa e chiudendo primo. In Gara2 sono partito con cautela aspettandomi sfracelli, ma purtroppo sono lo stesso finito in un’ammucchiata al primo giro e sono dovuto ripartire ultimo. Sono arrivato in seconda piazza, ma sulle rocce finali mi sono messo a rimbalzare perdendo tempo e innescando una lotta a tre fino al traguardo. Mi sono agganciato con Taddy Blazusiak e siamo caduti pesantemente; per fortuna sono rimasto illeso per l’ultima gara, dove sono riuscito a prendere il largo portando a casa vittoria e primo posto in campionato. Fra due settimane c’è Budapest, e non vedo l’ora di presentarmi là con la tabella rossa.”

Alfredo Gomez: “Non posso credere di essere riuscito a chiudere terzo stasera! Due giorni fa non ero nemmeno certo che avrei corso, perché mi sto ancora riprendendo dall’infortunio al gomito rimediato in Germania. Dopo qualche giro di prova ho deciso di provare a correre, ma puntato al massimo a una top 5. Questa però è la mia gara di casa, e credo che ti dia una motivazione particolare. In Gara1 ho corso prudente arrivando nono, poi in Gara2 mi sono migliorato a quinto. In Gara3 mi sono messo in una buona posizione, e via via che gli altri piloti avevano problemi, mi sono ritrovato secondo. A quel punto ho cercato di rimanere calmo e concentrato per controllare la posizione fino al traguardo. Questo terzo posto è un risultato incredibile e voglio ringraziare tutti quelli che mi hanno aiutato nelle ultime settimane: dietro le quinte c’è un vero sforzo di gruppo.”

Risultati – Campionato del mondo FIM SuperEnduro, Round 3

Prestige Class
1. Colton Haaker (Husqvarna) 58 punti; 2. Cody Webb (KTM) 37 punti; 3. Alfredo Gomez (Husqvarna) 34 punti; 4. Pol Tarres (Husqvarna) 34 punti; 5. Blake Gutzeit (Husqvarna) 33 punti…

Prestige Gara1
1. Colton Haaker (Husqvarna) 10 giri 6:56.230; 2. Taddy Blazusiak (KTM) 7:03.937; 3. Cody Webb (KTM) 7:18.096; 4. Diogo Vieira (Yamaha) 9 giri 7:07.867; 5. Blake Gutzeit (Husqvarna) 7:11.852… 9. Alfredo Gomez (Husqvarna) 7:32.324…

Prestige Gara2
1. Cody Webb (KTM 10 giri 7:30.653; 2. Pol Tarres (Husqvarna) 7:46.140; 3. Colton Haaker (Husqvarna) 7:46.724; 4. Diogo Vieira (Yamaha) 7:52.267; 5. Alfredo Gomez (Husqvarna) 7:54.916…

Prestige Gara3
1. Colton Haaker (Husqvarna) 10 giri 7:12.010; 2. Alfredo Gomez (Husqvarna) 7:38.635; 3. David Leonov (Husqvarna) 7:46.321; 4. Blake Gutzeit (Husqvarna) 7:47.924; 5. Xavier Leon Sole (Husqvarna) 7:52.685…

Classifica di campionato (dopo il round 3)
1. Colton Haaker (Husqvarna) 159 punti; 2. Cody Webb (KTM) 146 punti; 3. Taddy Blazusiak (KTM) 128 punti; 4. Pol Tarres (Husqvarna) 90 punti; 5. Alfredo Gomez (Husqvarna) 80 punti…

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento