TEST | Beta RR 390 Racing
7 Febbraio, 2020 Condividi

TEST | Beta RR 390 Racing

TEST – Beta RR 390 Racing

Concretezza tutta italiana

Eccellente motore, telaio che profuma di Mondiale Enduro e un pacchetto sospensioni soddisfacente. Questa la carta d’identità della Beta 390 Racing MY 2020. Una moto che fa dell’equilibrio la sua carta vincente

Per effettuare il test della nuova Beta 390 Racing abbiamo scelto la Calabria, terra, sotto il profilo enduristico, ancora abbastanza vergine. Mare-collina-monti in pochi chilometri, panorami mozzafiato, e perché no, percorsi anche difficili dove le moto sono chiamate a esprimere tutto il loro potenziale.

La base tecnica della nostra Racing ricalca profondamente la versione RR del 2020 progettata grazie alle informazioni acquisite sui vittoriosi campi di gara del Mondiale Enduro, quindi nuovo telaio, più leggero e performante, forcellone leggermente più lungo per migliorare la trazione e il telaietto posteriore, inedito, che integra meglio la scatola filtro e tutti gli accessori collocati al suo interno con la tenuta dell’acqua estremamente migliorata.

TEST---Beta-RR-390-Racing

Beta RR 390 Racing

Per quanto concerne il cuore pulsante della moto, troviamo un basamento completamente nuovo, che ha come obiettivo la riduzione di peso e una migliore centralizzazione delle masse, coperchio frizione e volano in magnesio, con il sistema di raffreddamento che si avvale di una nuova pompa acqua con più capacità. Questo al fine di migliorare lo scambio termico a tutto vantaggio delle prestazioni alle basse velocità.

La versione Racing, oggetto della nostra prova, si arricchisce di un pacchetto sicuramente più adatto al mondo delle gare. Per quanto concerne le sospensioni, sull’anteriore troviamo la nuova forcella Kayaba AOS con cartuccia chiusa e steli da 48 mm. Rispetto alle precedenti, troviamo le parti scorrevoli anodizzate e un sistema di regolazione più efficace.

Al posteriore oltre a un leveraggio più robusto, troviamo un ammortizzatore ZF da 46mm anch’esso con la possibilità di regolare compressione-estensione e ritorno con più efficacia…

Il resto dell’articolo vi aspetta in edicola: EnduroAction n° 22 febbraio/marzo

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento