Test | KTM 250 EXC TPI
Marzo 12, 2019 Condividi

Test | KTM 250 EXC TPI

KTM 250 EXC TPI – Adesso ci siamo!

Tutta muscoli e senza un filo di grasso: la rivoluzionaria KTM 2 tempi a iniezione per il 2019 si rinnova diventando agile quanto potente.

Di questo motore se ne è parlato molto e lo abbiamo fatto anche noi da quando sul numero 11 l’abbiamo provato nella versione da 300 cc mettendolo a confronto con la concorrente a carburatore non rimanendone per certi versi del tutto soddisfatti. Il suo motore vanta l’ormai conosciuto sistema di iniezione elettronica.

226270_KTM-250-EXC-TPI-MY-2019-Studio

Il sistema comprende un set di valvole d’iniezione di carburante posizionate sulle luci di travaso che forniscono la quantità di carburante ideale in ogni condizione, che non solo riduce il consumo di carburante e le emissioni, ma permette anche di erogare una potenza pulita e più omogenea, grazie anche ad un nuovo corpo farfallato da 39 mm che regola la quantità di aria che entra nel motore tramite una farfalla attivata da cavi gas, collegati a un nuovo gruppo manubrio-manopola.

KTM-EXC-250---MY19-487

A differenza dei corpi farfallati del 4 tempi, il carburante non viene introdotto a questo punto; invece l’olio del 2 tempi viene mescolato con l’aria in ingresso nel motore per lubrificare l’albero a gomiti, il cilindro e il pistone. Inoltre un sensore posizione farfalla invia dati sul flusso dell’aria a una centralina elettronica che calcola la quantità di olio e carburate erogati al motore, mentre una vite bypass regola la velocità al minimo e un dispositivo di avviamento a freddo apre un bypass per erogare più aria in caso di partenze a freddo.

Se dal punto di vista meccanico quindi la moto ci aveva soddisfatto appieno, l’avevamo trovata “scarna” di erogazione ai bassi regimi, che sono quelli più utilizzati nel mondo dell’enduro vero e proprio. Pur essendo critici, sappiamo che tutte le evoluzioni tecniche, soprattutto quelle importanti hanno bisogno di un margine di tempo perché abbiano il loro effetto e questa muscolosa 250 ne è la prova lampante.

Il resto dell’articolo su EnduroAction n°17 in edicola

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento