TEST | Suzuki RMZ 250 E
Giugno 6, 2017
0 commenti
Condividi

TEST | Suzuki RMZ 250 E

Suzuki RMZ 250 E: cucita su misura

Che le giapponesi dedichino il loro tempo a progettare, (egregiamente) moto stradali è un dato di fatto, come è un dato di fatto che le “enduro” del Sol Levante, siano rivisitazioni delle versioni da Cross, spesso poi, proposte dagli importatori ufficiali

Vi è però un rovescio della medaglia, vale a dire che rivisitare una moto e renderla fruibile ad una utenza diversa da quella per cui nasce, molto spesso non è facile. Bisogna innanzitutto avere una base valida su cui lavorare, un ciuco non diventerà mai Varenne e poi bisogna avere il Know-how giusto per farlo visto che le differenze in gioco sono tante. Valutiamo per un attimo queste differenze che sono sostanziali fra una Enduro e una Cross, senza entrare in particolari troppo lunghi. Motore: le enduro, generalmente sono meno potenti delle cross in senso assoluto. A parità di potenza, prediligono un’erogazione che va verso i bassi regimi diventando più regolare, lungo tutta la curva di erogazione, senza entrate in coppia troppo improvvise che potrebbero risultare controproducenti nei tratti più impervi. Sospensioni: le sospensioni a parità di modello hanno un setup totalmente diverso, dove nel Cross rimangono decisamente sostenute con escursioni elevate, nell’Enduro dove le escursioni sono notevolmente più basse le sospensioni devono essere molto più precise e reattive. Ruote: Nel Cross si predilige una gomma posteriore da 19” per avere maggior reattività e precisione di guida soprattutto nelle curve, nell’Enduro si predilige una gomma da 18” che pur essendo meno precisa nella guida, consente di avere la massima trazione in qualunque situazione. Ricordiamo poi che questo diametro digerisce meglio l’uso delle sempre più indispensabili mousse. A questo punto direte “ma perché tutto questo excursus?” Semplicemente perché la moto oggetto del nostro test, raccoglie tutti questi concetti di base, facendoli suoi come quando in sartoria chiediamo un vestito su misura….

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

Only registered users can comment.