Il tricolore Under23/Senior Maxxis di Enduro. La sfida è a Sant’Angelo in Vado (PU)
Lug 11, 2018 Condividi

Il tricolore Under23/Senior Maxxis di Enduro. La sfida è a Sant’Angelo in Vado (PU)

La carovana dei giovani campioni offroad è pronta ad impostare il navigatore in direzione Sant’Angelo in Vado (PU) per la sfida numero quattro della stagione 2018.

Dopo aver spalancato il gas nel fango di Cerro al Lambro e Bussi sul Tirino e di essersi sfidati nella polverosa Santo Stefano Belbo, gli atleti Under23/Senior sono pronti a riaccendere i motori nella bellissima regione delle Marche, con il quarto atto duemiladiciotto che andrà in scena domenica 15 luglio a Sant’Angelo in Vado (PU). La cittadina situata in provincia di Pesaro-Urbino torna protagonista dell’Enduro verdebiancorosso a tre anni di distanza; era il 2015 infatti quando gli uomini del sodalizio marchigiano capitanato da Daniele Cosmi e coadiuvato da Italo Collesi accolsero la richiesta del Comitato Enduro di recuperare una gara di campionato già in programma.

Forti di quella esperienza, e del successo dell’anno precedente con il tricolore Major, il Motoclub T.Benelli – Sant’Angelo in Vado è pronto a cavalcare nuovamente l’onda azzurra del campionato nazionale ospitando la quarta prova che, sulla carta, si presenta tutt’altro che semplice.

Tre le prove speciali preparate dal motoclub: l’Enduro Test Just1, caratterizzato da un terreno misto e da alcuni tratti abbastanza veloci ed altrettanti molto guidati, l’Airoh Cross Test adagiato su un prato erboso e l’Extreme Test, situata a ridosso del paddock e contraddistinta da spettacolari passaggi su tronchi e sassi. Il giro sarà ad “8”, con entrambi i C.O. assistenza situati presso il paddock gara.

 

In ottica campionato, occhi puntati sulle categorie 250 4t Junior e 300 Senior con Michele Marchelli e Luca Marcotulli che potrebbero già appendere al collo la medaglia d’oro di campioni italiani 2018. In caso di trionfo delle rispettive categorie, la vittoria matematica assegnerebbe ad entrambi infatti il titolo nazionale Enduro.

Salvo colpi di scena inaspettati, saranno rimandati ad ottobre i verdetti delle altre categorie. Nella 50 Cadetti battaglia tra Riccardo Fabris e Andrea Spagliccia, con i due piloti divisi da soli due punti; punteggio pieno invece per Manolo Morettini, Claudio Spanu e Lorenzo Macoritto per le classi 125 Cadetti, 125 e 250 2t del tricolore Under23. Tre lunghezze separano Federico Aresi, attuale leader, da Jordi Gardiol nella 300 Junior, mentre nella 450 Junior primo posto in campionato per Enrico Zilli con 57 punti con i 52 di Fabio Pampaloni.

Nel Senior 60 punti rilegano Nicolò Bruschi, Matteo Bresolin e Diego Nicoletti in prima posizione nelle classi 250 2t, 250 4t e 450, mentre battaglia più che mai aperta nella 125 con Riccardo Crippa e il neo campione assoluto Niccolò Scarpelli, rispettivamente primo e secondo con 57 e 54 punti ciascuno. Una sola lunghezza divide le nostre super Lady Paola Riverditi e Anna Sappino nella categorie a loro riservata; anche qui la lotta per aggiudicarsi il titolo nazionale è apertissima.

 

Ma le sfide del campionato non saranno le uniche battaglie che andranno ad animare la tappa di Sant’Angelo in Vado. Quarta prova anche per il Trofeo Airoh Cross Test che vede attualmente in testa alla classifica Diego Nicoletti con 38 punti, seguito da Matteo Bresolin e Lorenzo Macoritto, entrambi con 37 punti. Al via in terra marchigiana anche il Challenge WR Yamaha Enduro con Mirko Giudici e Riccardo Crippa chiamati a difendere la propria leadership delle categorie Under23 e Senior per potersi aggiudicare il ricco montepremi messo in palio anche per questa stagione da Yamaha Motor Italia.

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento

I tuoi dati saranno al sicuro! L'indirizzo email non verrà pubblicato. Anche altri dati non saranno condivisi con terze persone. I campi obbligatori contrassegnati come *