Ultimo round degli Assoluti d’Italia: gioia e sfortuna per Thomas Oldrati
Ottobre 1, 2018 Condividi

Ultimo round degli Assoluti d’Italia: gioia e sfortuna per Thomas Oldrati

A una settimana di distanza dalla straordinaria performance nel GP di Francia con le due quarte posizioni nella E2, questo weekend Thomas Oldrati e Honda Racing RedMoto World Enduro Team hanno affrontato a San Giovanni Bianco (Bergamo) l’ultima prova dei Campionati Assoluti d’Italia.

Due giornate di gara che potevano essere un gran finale di stagione tricolore, ma la sfortuna ha reso amara una gara in cui tutto sembrava promettere bene.
Dopo aver conquistato sabato la seconda posizione nella 450 4T (a soli 1’70 dal vincitore Alex Salvini) e la terza nella Assoluta, il pilota bergamasco delle Fiamme Oro domenica stava compiendo l’impresa della stagione, primo di classe e assoluto con una decina di secondi di vantaggio sugli avversari. La sfortuna ha però lasciato il segno quando una roccia gli ha provocato la rottura della cruna della catena, costringendolo a ritirarsi. Un vero peccato perché Oldrati avrebbe potuto chiudere questa edizione 2018 degli Assoluti d’Italia con una strepitosa vittoria. Per lui una seconda posizione nella classifica finale della 450 4T e la quinta nella Assoluta. Il prossimo impegno agonistico è la prova finale del Mondiale, in programma il 13-14 ottobre in Germania.

THOMAS OLDRATI
“Sabato ho dato il massimo arrivando dietro Salvini per un soffio. Ci tenevo tanto alla vittoria in casa: stavo andando bene, ma alla penultima speciale sono stato costretto a fermarmi. Mi spiace davvero molto, avrei voluto portare un podio alla squadra. Adesso pensiamo all’ultima prova del Mondiale e alla Sei Giorni”.

MATTEO BOFFELLI
“Una gara di casa che ci lascia un sapore dolce-amaro. Thomas ha lottato come un leone in entrambe le giornate e se non fosse stato per un sasso avrebbe vinto l’Assoluta. Peccato! Queste sono le gare purtroppo. Ora ci concentriamo per l’ultimo appuntamento del Mondiale, consci di esser stati grandi protagonisti e di aver messo in atto una buona crescita in questa stagione tricolore”.

Commenti

Non ci sono commenti Puoi essere il prima che commenta questo articolo

Scrivi un commento