Valli Bresciane Audax 2021
06/07/2021 Condividi

Valli Bresciane Audax 2021

Testo: Gabriele Feliciani. Foto: Emanuela Folci

È vero, la Valli Bresciane Audax è un evento ormai rodato che negli anni passati ha raccolto consensi da parte di tutti… ma non era comunque facile ripartire dopo il forfait della passata stagione e riproporre da parte degli organizzatori una manifestazione che continuasse a mantenere lo standard al quale eravamo abituati pur rispettando le norme sanitarie basilari che questo triste periodo storico ci hanno imposto. Ma nonostante le perplessità i ragazzi del Moto Club Leonessa d’Italia 1903 ci sono riusciti e noi sinceramente non avevamo dubbi anche se le restrizioni hanno obbligato a concentrare l’evento ad una sola giornata.

Valli Bresciane Audax 2021-14

Di conseguenza il tracciato ha subito un sensibile taglio rispetto gli anni precedenti. Questo non ha però impedito di mettere in piedi una cavalcata degna del nome che porta, cioè Audax! Sono infatti più di 250 i km che abbiamo affrontato con ritmi per chi ha voluto farli tutti, non da tranquilla scampagnata domenicale. Sabato 29 maggio alle 9, dal piazzale antistante il Museo della 1000 Miglia si è dato inizio alle partenze dei 180 piloti, tutti rigorosamente divisi in squadre.

Valli Bresciane Audax 2021-13Valli Bresciane Audax 2021-13

Tra questi anche alcuni esperti dakariani come Livio Metelli, Maurizio Gerini e Maurizio Cecconi, ai quali si è unita Francesca Gaspari che sarà al via della prossima Dakar. Ci sono poi altre sei “audaci dame” a completare la quota rosa di questa edizione della Valli Bresciane: Elisa Rovizzi, Lisa Baldin, Miria Amadori, Patricia Gonzales Bianchi, Arianna Lenzi ed Emanuela Folci.

Ma torniamo al tracciato: a dimostrazione di quanto impegno ci abbiano messo i ragazzi del M.C. Leonessa d’Italia, va detto che il percorso era per una buona metà inedito rispetto le passate edizioni. Poco dopo la partenza ci alziamo di quota e ci addentriamo nei fitti boschi che circondano le Cave di Botticino e le sue bellissime strade bianche.

Dopo circa 90 km dove si alternano larghe piste veloci e mulattiere più impegnative giungiamo a Tignale, dove su una meravigliosa terrazza naturale a picco sul Lago di Garda ci attende un meritato ristoro. Dopo il Controllo Orario riprendiamo in direzione Alto Garda dove nella valle del torrente Droanello affrontiamo i tratti più guidati di tutta la traccia. In questa parte di tracciato credo abbiano trovato pane per i propri denti anche gli enduristi più esigenti.

Dopo aver costeggiato la suggestiva diga che dà origine al lago di Valvestino ci avviciniamo a Roè Volciano, luogo dove è previsto il pranzo presso il ristorante Edonè (cito il nome perché se passate da quelle parti fareste bene a fare una pausa). Dopo la sosta ristoro ci dirigiamo verso la Val Sabbia dove percorreremo, anche se con qualche piccola variante, buona parte della traccia del mattino… ma in senso inverso.

Durante questo tratto alcuni piloti, giusto per non farsi mancare nulla, si imbattono in un bel temporale estivo che li accompagnerà quasi fino a Brescia, all’arrivo. Prima delle premiazioni e dei saluti finali c’è tempo per un ricco buffet e per una visita al Museo della Mille Miglia (compresa nell’iscrizione). Non ci resta che fare i complimenti a tutto il team organizzatore per essere riuscito a reinventarsi e stravolgersi per poter mettere a calendario questa manifestazione che ormai è diventata una classica primaverile, sperando di rivederla già dal prossimo anno in versione lunga.


Warning: count(): Parameter must be an array or an object that implements Countable in /home/enduroac/public_html/wp-content/themes/solidus-theme/includes/single/post-tags-categories.php on line 7